SCRIPTUMSLAM

Sullo sfondo accade di tutto di Valentina Gaglione

Archivi per il mese di “aprile, 2013”

Mi verrebbe da dire

Mi verrebbe da dire.

Annunci

Mi verrebbe da dire

Continuate voi con ciò che vi verrebbe da dire

siate anche inopportuni e irriverenti

———————————————————————-
Mi verrebbe da dire: “La lentezza, l’ho sognata, immaginata o inventata?”
Mi verrebbe da dire che sono pochi gli uomini che si prendono cura di altri uomini. (Se vuoi sentirti amata/o, compra lo shampoo che fa sfischhh e ti accarezza i cap…elli).
Mi verrebbe da dire che io vorrei essere lo shampoo di qualcuno, anche un detergente intimo delicato,  e… altro che sfischhh!
Mi verrebbe da dire che quando le mani le senti tutte uguali, allora sei alla frutta
Mi verrebbe da dire che sarebbe bello veder trasformare un western in un film sentimentale
Mi verrebbe da dire “Sono tempi bui dove si brancola nel branco”
Mi verrebbe da dire “Addentare la carne con prudenza”
Mi verrebbe da dire che la poesia non può essere morale, ma spiazzante, spazzante, trapanante
Mi verrebbe da dire che l’odore è  più importante della politica
Mi verrebbe da dire: “Conoscete qualcuno che ha letto davvero Marx? E qualcuno che l’ha odorato?”
Mi verrebbe da dire che bisogna essere più di uno. Bisogna trasformarsi nell’altro per capire.
Mi verrebbe da dire che il bene si passa come una palla e se uno fa goal, vince tutta la squadra e tutti si fa festa.
Mi verrebbe da dire: “L’imbarazzo crea attesa, attesa crea atmosfera, atmosfera crea vitalità, vitalità è vita! Allora perché non vivere?”
Mi verrebbe da dire: “Perché ci si crede sempre meno?”
Mi verrebbe da dire che non è una guerra, ma allora perché ci si sente feriti?
Mi verrebbe da dire “L’inaspettato riempie il tempo, rovista dentro e cerca spazio libero su cui adagiarsi ed è inutile opporsi”
Mi verrebbe da dire che porto il cappello…ma quando sarà il tempo in cui il cappello porterà me?
Mi verrebbe da dire “Parlare con la saggezza di chi sa dove nasce la vita, ha la precisione dei miei stivali!”
Mi verrebbe da dire che rivedere “C’eravamo tanto amati” non fa mai male, solo se sai di poter riscoprire qualcosa nei pressi del cuore.

Valentina Gaglione

Tutti i diritti riservati

549019_10200151690453579_1048828451_n

Anni luce di lontananza

– I cori possono guarirti

curarti la falsa coscienza  più di un bisturi.

Attendi qui –

Mi dici

– Proprio dove sei –

Affermi

– L’innovativo spettacolo

apparirà più chiaro di una legge scritta.

Frapponi l’episodio spontaneo

ai software di ogni mattino.

Sii raggiante e sarai illuminata e illustrissima,

ricorderai la vecchia quercia,

il tempo bambino,  la semplicità e me –

Lo dici mentre stai fermo lì,

proprio dove sei

muovendo solo il corpo.

Ma una donna  è più complessa

non corrisponde a circuiti ON/OFF

è più un cortocircuito  di correnti e faville

disobbedienti all’impero di un unico pensiero.

E’ un mutamento lento e complicato,

un convulso nascere e morire.

Un giorno di certezza

e sei d’insicurezza.

Il saggio le sa bene queste cose.

Sul battente di ognuno  

regna l’austerità di partiti presi  

lontani anni luce dalla comprensione.

Valentina Gaglione

Tutti i diritti riservati©

Visual: Fabio D’Angelo

300491_456588114382001_724469385_n

C’è solo aria di prova generale

In certi momenti modellati
c’è poco da scherzare
bisogna evitare lo squallido finale,
la lancetta che si ripete,
girovagando selvaggia
eppure anonima,
senza spremere i giorni all’osso.
Veri buongustai erano
i Black Sabbath o Allen Ginsberg,
a noi il gusto rimanere inesplorato,
c’è solo aria di prova generale
e non di vissuto reale.
Nostra madre è la TV
che pascé con cazzate consolatorie.
Nostro padre è un tutorial di you tube
maestro di tecniche di seduzione
dalla voce metallica da bidone.
Se qualcosa di animale abbiamo
è la risata della iena,
forte a sostenerci
come il cucchiaino
per il budino.

Siamo al dolce! E menomale!

554574_10200156691818610_23367549_n

Valentina Gaglione

Tutti i diritti riservati©

Navigazione articolo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: