SCRIPTUMSLAM

Sullo sfondo accade di tutto di Valentina Gaglione

Archivio per il tag “FuZZ”

Infinito

 

 

 

Oltre la finestra di noi stessi

dalla quale ci sporgiamo sempre

c’è l’infinito.

Rivelazione che spiazza e terrorizza

che non giustifica affanni e non puoi farci nulla.

 

Oltre la finestra di noi stessi

dalla quale ci sporgiamo a malapena

c’è l’infinito.

Rivelazione che spiazza e terrorizza

confessione acre della verità

l’infinito.

 

Ci siamo solo oggi in questi panni In questi panni.

In questi panni.

 

Valentina Gaglione

Tutti i diritti riservati

Annunci

Non si è trattato di un attimo

Non si è trattato di un attimo.

Non si è trattato di un attimo

E’ un misto tra una poesia ed un piccolo racconto di emozioni, di sensazioni vissute e che magari si potrebbero vivere, ve la dedico a tutti nella speranza che dia speranza (Valentina Gaglione).

Testo e voce recitante Valentina Gaglione

Visual Fabio D’Angelo

Musiche Fuzz registrazione e missaggio

Ti lascio (il malloppo) – Poesia blues

Ti lascio il racconto di mio nonno

che beve acqua tonica

davanti ad un bar di pietra lavica

Ti lascio, ti lascio, ti lascio statica

E una canzone pomeridiana

di quelle senza siesta

cantata da un ragazzo fuori posto

e dal calzino basso

Ti lascio, ti lascio, ti lascio all’osso

E l’evidenza dei complessi

l’estirpazione dalle origini

la noia sulla riva del successo

il fiore smunto che ti vivrà accanto

Ti lascio, ti lascio, ti lascio senza incanto

E l’unghia spezzata della velina

la tv satellitare e mille sogni impolverati

in cantina

si in cantina

Ti lascio, ti lascio, ti lascio in cantina

si in cantina

Ti lascio, ti lascio, ti lascio in cantina

Valentina Gaglione

Tutti i diritti riservati©

Breve presentazione “Elektro drum(a) EP di TRE FIORI D’ASSENZA

Nuova parola e nuova ritmica avanzano ed è tutto bene per la mente! L’ascolto di questi tre fiori dilata il senso delle parole oltre il contemporaneo vissuto. Gli incastri di concetti e metafore oscillano tra la voluta ostentazione di provocazioni e libero incanto della metrica. L’uso stravolto dei luoghi comuni si unisce a notizie reali, malcontenti e leggerezze di questa nostra dimensione, multiforme-virtuale-virale e al contempo obbligata a rispondere ad esigenze fisiche e interiori che non ammettono più posticipazioni. Un’elettronica di gusto, con picchi di forte vivacità accompagna le parole, in un reading da recepire ballando, un reading musicale e  non musicato, che non è reage nè Hip Hop. E’ un nuovo linguaggio!

…E’ “Tre fiori D’assenza”

Valentina Gaglione

per ascoltare l’ep:

http://www.beatport.com/#release/electro-druma/885542

Navigazione articolo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: